Vuoi contribuire?

 Desideri contribuire ad espandere il progetto?

Il tuo interesse potrebbe essere quello di chiedere alla redazione informazioni o fonti non indicate su qualche articolo?

Oppure ti interessa proporre un tuo articolo da pubblicare? Se hai segnalazioni da fare non esitare a contattare la nostra redazione, ti risponderemo il più presto possibile.

Scrivi alla redazione

Venerdì, 03 Aprile
Grave danno da #vaccino in Emilia Romagna: #MinSalute condannato più volte per ritardi

Una reazione avversa grave al vaccino, come recita il Tribunale, da portare all’”assistenza continua e cure particolari”.

Il calvario per una famiglia dell’Emilia Romagna che ottiene nel 2013, con sentenza definitiva del Tribunale di Modena, il riconoscimento del danno a seguito di una grave reazione avversa al vaccino.

Al danno irreparabile si aggiunge la beffa: un “tira e molla” da parte del Ministero della Salute che alterna comportamenti più che discutibili, tra mancate risposte e promesse di pagamenti imminenti che sistematicamente non si verificano.

Una famiglia già straziata dal dolore che deve reagire con ulteriori ricorsi, il primo nel 2016 al TAR, per ottenere gli arretrati della Legge 210/92, e ancora nel 2019, dopo ben sei anni dal riconoscimento definitivo, per l’indennizzo riconosciuto dalla Legge 229.

Nuovo ricorso e ennesimo risultato che porta sempre alla medesima sentenza: condanna al Ministero della Salute affinché dia seguito agli indennizzi riconosciuti al danneggiato.
C’è da chiedersi se l’informazione tanto auspicata in materia di vaccini converge anche sul mettere a conoscenza le famiglie di questi retroscena.

Tragedia a Bergamo: bimbo muore, la gemellina ricoverata. Entrambi vaccinati il giorno prima

Il dramma a Torre Boldone, una corsa d'urgenza verso l'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.
Due gemellini di soli cinque mesi vengono portati al pronto soccorso su due ambulanze diverse.

Zakaria non ce la fa e muore ancora prima di varcare le porte del pronto soccorso, la sorellina ora è in condizioni meno critiche e sotto osservazione.

La disperazione del padre: «la bambina respirava a fatica, il bambino ho visto che era ancora più grave», e nel racconto emerge la vaccinazione avvenuta meno di ventiquattro ore prima.

L'attenzione mediatica e giudiziaria ora è rivolta alle concause, in attesa dell'autopsia di domani, perchè l'atto medico del giorno prima, per molti, è tra i principali indiziati.

Danneggiato da #vaccino: Il Consiglio di Stato riconosce anche il ritardo del pagamento dell'indennizzo

L'8 novembre 2019 la data di pubblicazione della Sentenza: il Consiglio di Stato condanna per l'ennesima volta il Ministero della Salute, ma questa volta con un provvedimento innovativo.
Con l'integrazione della "Riforma Madia", come si evince dalle stesse dichiarazioni dell'avvocato Marcello Stanca, il CdS condanna la Pubblica Amministrazione per il rilevante ritardo dei pagamenti dovuti nei confronti del cittadino.

Con l'aggravante, nel caso specifico, di una famiglia che ha vissuto la sofferenza del danno da vaccino che ha portato poi al decesso della protagonista, durante lo stesso procedimento giudiziario.

I danni da vaccinazione, finora negati e minimizzati dai politici, tornano quindi protagonisti delle aule giudiziarie.
E viene finalmente elevato un argine contro l'abituale e frequentissimo arbitrio della Pubblica Amministrazione nel rinvio senza fine di pagamenti dovuti ai cittadini.

#MORBILLO: allarmismo e disinformazione. La matematica non è una opinione

La notizia è fresca, delle ultime ore, mirata a creare sicuro allarmismo tra le famiglie non informate e che si limitano alle prime righe dei giornali.
Questa volta l'incipit è un "picco mostruoso di morbillo", frase ripresa questa mattina da una intervista al presidente dell'Ordine dei Medici di Roma, Antonio Magi, in occasione dell'incontro "Il diritto ai vaccini oggi in Italia: continuiamo a formare i cittadini".

Diffusa da altri organi di informazione, ci si chiede se qualcuno degli scriventi si è preoccupato di verificare almeno le affermazioni.
Eppure i dati sono a disposizione di tutti, e si trovano sul sito ufficiale Epicentro, il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica, a cura dell'Istituto Superiore della Sanità.

Per dovere di cronaca, da un mero confronto tra il 2019 e lo stesso periodo del 2018, il numero di casi segnalati di morbillo è calato di oltre il 30%. Ma vi invitiamo a verificarlo, perchè se oggi si parla, lo si fa con i dati in mano.

Altri sindaci indagati nello scandalo degli affidi illeciti

L’orrore emiliano non consente tregua.
Dalle indagini emergono nuovi nomi tra le fila del Partito Democratico, facendo salire complessivamente a 29 il numero degli indagati.

Gli ex presidenti dell’Unione della val d’Enza, nonché ex sindaci di Montecchio, (Paolo Colli) e di Cavriago (Paolo Burani) dovranno rispondere, secondo gli inquirenti, di falso ideologico commesso da pubblico ufficiale in atti pubblici. Interrogato dal GIP anche Andrea Carletti (attuale sindaco di Bibbiano, sempre dei Dem), così come gli psicologi e psicoterapeuti del centro Hansel e Gretel.

Stato avanzamento lavori

{Informazione Libera Press} prende il via il 31 agosto 2018 nella sua versione beta!
Leggi la sua storia mentre i lavori proseguono...

Funzionalità
82%
Archivio
56%
Risorse
74%
Easy of Use
85%
0
Shares

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...

0
Shares