Vuoi contribuire?

 Desideri contribuire ad espandere il progetto?

Il tuo interesse potrebbe essere quello di chiedere alla redazione informazioni o fonti non indicate su qualche articolo?

Oppure ti interessa proporre un tuo articolo da pubblicare? Se hai segnalazioni da fare non esitare a contattare la nostra redazione, ti risponderemo il più presto possibile.

Scrivi alla redazione

Giovedì, 18 Aprile
Industria del farmaco e tecnici della sanità: chi ha paura del NITAG?

È notizia recentissima quella dell’inaugurazione a Siena di un nuovo centro di controllo qualità relativo alla produzione di vaccini.
Il Sole 24ore ha dedicato lo scorso 28 marzo questo articolo.

Bene, ma non benissimo, se non fosse che il nuovo centro nasce grazie agli investimenti della nota casa farmaceutica GSK.
Non si tratta certo di un ente di controllo super partes, questo è ovvio.

Insomma, come chiedere all’oste se il vino è buono; vale a dire, quando controllato e controllore sono la stessa figura.

Nessun esame esterno, nessuna analisi, nessuna verifica, in barba alle richieste già ventilate nella relazione SIGNUM, più volte citata dall nostra redazione (http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1947_allegato.pdf).

I fatti

l’Italia si trova in pieno regime legge 119/2017 che, come enunciato nell’articolo 1, prevede il rispetto degli obblighi assunti a livello europeo ed internazionale (http://www.aifa.gov.it/content/litalia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale).

Di fatto, la GSK (GlaxoSmithKline), una delle quattro aziende del cartello dei vaccini, incrementa con continuità gli investimenti nel belpaese, dichiarando serenamente un forte interesse verso tale mercato in continua crescita grazie ad un obbligo di stato.
Da questo video si apprende il tutto direttamente dalle parole del Presidente Luc Debruyne:

Dall'evolversi dei fatti, nasce più di un sospetto verso il legame tra le due parti, facendo una semplice analisi obiettiva basata sulle evidenze. Ma non è finita qui.

Gli intrecci politici

Il Ministro Grillo ha dichiarato apertamente che la legge in questione è puramente di natura politica.

Tuttavia, nel groviglio della politica (che dovrebbe stare al servizio del cittadino e non viceversa) troviamo i cosiddetti esperti tecnici (o sedicenti tali), dando vita a gruppi di lavoro formalmente slegati dai partiti.

Il ruolo del NITAG

Un pool di esperti indipendenti è stato nominato con Decreto Ministeriale del 24/10/2018 (Nucleo strategico del Gruppo tecnico consultivo nazionale sulle vaccinazioni - National Immunization Technical Advisory Group) istituito il 23/08/2018.

Ai membri, di seguito elencati, sono affidati i compiti di supporto tecnico per la definizione delle politiche vaccinali nazionali, il cui lavoro si articola in tre nuclei permanenti (strategico, tecnico, di rappresentanza) costituiti per la redazione del nuovo PNPV (Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale):

  • Dott. Vittorio DEMICHELI, delegato all’esercizio delle funzioni di Presidente
  • Dott. Maurizio BONATI
  • Dott. Danilo CEREDA
  • Dott. Fortunato D’ANCONA
  • Dott.ssa Lorenza FERRARA
  • Dott. Sandro GIUFFRIDA
  • Dott. Tom JEFFERSON
  • Dott. Ugo MORETTI
  • Dott.ssa Maria Grazia PASCUCCI
  • Sig.ra Ulrike SCHMIDLEITHNER
  • Dott.ssa Antonietta SPADEA
  • Dott. Massimo VALSECCHI
  • Dott.ssa Roberta VILLA
  • Dott.ssa Giovanna ZANONI

Alcuni nomi come Bonati e Moretti erano presenti anche all’evento organizzato a Milano lo scorso 27 Marzo da Cives Universi, per il quale trovate il contributo della nostra redazione al seguente link.

Indipendenza di nome o di fatto?

Curioso leggere i nomi in elenco e confrontarli con la lista pubblicata dal Codacons relativa ai finanziamenti che medici, ospedali e fondazioni hanno ricevuto dalle ditte farmaceutiche, come ad esempio, l’Istituto Mario Negri (ha ricevuto finanziamenti sia dalla Merck sia dalla Pfizer), così come l’Università degli Studi Milano, l'Università di Verona e molti altri enti dei quali alcuni membri fanno parte.

Di seguito l’elenco completo:

https://codacons.it/trasferimenti-di-valore-medici/

Altresì curioso è  constatare la presenza della Signora Schmidleithner all’inaugurazione della Glaxo che ha avuto luogo a Siena.
Nulla da obiettare se il soggetto in questione fosse un comune cittadino e non un membro di un gruppo indipendente che, in un’ottica di imparzialità e professionalità (oltre che di  buon senso), dovrebbe mostrarsi disinteressata a tutti i meccanismi volti ad influenzare l’operato di un ente indipendente, per giunta nominato dal Ministero!

Inaugurazione Siena GSK

Lasciamo dilettare i nostri lettori nel far scorrere l’elenco completo, toccando con mano la lunga lista di nomi più o meno noti.
Non mancheranno le sorprese, né i nomi illustri tanto decantati dalla stampa e dai media mainstream.

Senza dubbio, è palese il conflitto di interessi tra le parti in causa, quasi alla pari di qualsiasi agente di commercio.

Le conclusioni si traggono da sé.

Non può esservi scelta incondizionata né indipendente quando le logiche di mercato si intrecciano con quelle della salute pubblica.

Stato avanzamento lavori

{Informazione Libera Press} prende il via il 31 agosto 2018 nella sua versione beta!
Leggi la sua storia mentre i lavori proseguono...

Funzionalità
68%
Archivio
44%
Risorse
52%
Easy of Use
75%
0
Shares

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...

0
Shares