Studi e Info Scientifiche

DISTURBI OCULARI, HERPES SIMPLEX E VACCINI

Maculopatia degenerativa: un forte aumento dei casi negli ultimi anni. Casi segnalati anche dopo l'immunizzazione

Maculopatia degenerativa: un forte aumento dei casi negli ultimi anni. Casi segnalati anche dopo l'immunizzazione
  • DISTURBI OCULARI, HERPES SIMPLEX E VACCINI
3 - 6 minuti di lettura

Non sono più casi sporadici quelli che vengono segnalati da pazienti colpiti, soprattutto negli ultimi due anni, da maculopatia degenerativa.
Senza rivestirsi di competenze che non si hanno, prima di puntare il dito verso le cause che per molti potrebbero andare in una direzione, ma certamente da attenti osservatori preferiamo approfondire e fare ricerche e dove le competenze non possono arrivare, chiediamo consulto o analizziamo archivi di chi si occupa della materia.

Quello che è certo che già nel 2016 si segnalava un aumento considerevole di questa patologia soprattutto negli anziani, per effetto della degenerazione oculare dovuta all'età.
L'aumento dei casi quindi era già segnalata, in Italia come in altri paesi occidentali, per effetto dell'invecchiamento della popolazione (cataratta e maculopatia).

Compaiono però nel 2022 nuove pubblicazioni scientifiche, e assumono certamente oggi un certo rilievo i casi segnalati, per quanto allora esigui, di stomatite erpetica, una patologia infiammatoria di origine virale che coinvolge la cavità orale che trova alla sua base il medesimo virus dell'Herpes simplex, oggi alla ribalta di quotidiani nazionali e internazionali in quanto correlato al vaiolo delle scimmie. Coincidenze?

La maculopatia degenerativa è una patologia legata all'invecchiamento, che colpisce la parte centrale della retina, la macula, e provoca una progressiva e irreversibile riduzione della capacità visiva. La maculopatia degenerativa può presentarsi in due forme distinte: secca o umida.

Vogliamo approfondire il tema, perché di "disturbi" agli occhi, oltre che per i casi conosciuti per effetto dell'invecchiamento, con l'avvento dei vaccini per Covid, ne sono segnalati e archiviati moltissimi, reperibili dalle fonti ufficiali come EMA (adrreports), report sui vaccini AIFA e anche da organismi del settore oculistico attraverso ricerche e pubblicazioni scientifiche.

Già sul report AIFA (Rapporto annuale sulla sicurezza dei vaccini anti-COVID-19 - 27/12/2020 - 26/12/2021) venivano segnalati casi nel primo anno di campagna vaccinale.
Nel report, a proposito del vaccino Astrazeneca, venivano documentati casi di neuroretinopatia maculare acuta, per quanto nel 2021 si tendeva a segnalare gli stessi come non confermati, per informazioni insufficienti:

22h20 neuroretinopatia maculare

 

Ma è nel febbraio 2022 che il tema torna ad accendere l'interesse della comunità scientifica.
Effetti oculari indesiderati vengono segnalati dopo l'inoculazione dei vaccini per Covid-19.
Una ampia e approfondita scientific review sulle reazioni avverse che hanno interessato gli occhi viene pubblicata su PubMed 2, ma non è l'unica.

COVID-19 vaccination and the eye
Michael T M Wang, Rachael L Niederer, Charles N J McGhee, Helen V Danesh-Meyer
Am J Ophthalmol .2022 Feb 25;S0002-9394(22)00070-8.

L'articolo esamina dati estratti da 4 database scientifici - MEDLINE, EMBASE, PubMed, e Cochrane Database of Systematic Reviews -, che mettono insieme dati di farmacovigilanza su popolazione di agenzie governative aderenti al programma del WHO.
Quest'ultimo si propone il monitoraggio internazionale dei farmaci,  e nello studio specifico vengono dapprima segnalati un numero esiguo di casi documentati di recidive uveitiche e rigetti acuti di trapianto di cornea entro le prime tre settimane successive all'inoculazione del vaccino.

Oltre a questi, si rileva anche qualche caso isolato di neuropatia ottica, problematiche retiniche e scleriti, ovvero infiammazioni della sclera, ossia la membrana fibrosa che riveste gran parte del bulbo oculare e che viene comunemente chiamata "bianco dell'occhio".

Assume oggi invece un certo rilievo, a distanza di qualche mese da questa review, anche la registrazione di casi di stomatite erpetica, una patologia infiammatoria di origine virale che coinvolge la cavità orale. Il responsabile dell'insorgenza della stomatite erpetica è il medesimo virus responsabile dell'herpes labiale, ossia l'Herpes simplex.

Di Herpes se ne parla molto oggi in quanto correlato al tema del vaiolo delle scimmie.
Su diversi siti web di ASL regionali troviamo informazioni sul tema, soprattutto come definire un eventuale caso sospetto.
Sngificativo il fatto che si chieda di analizzare persone di qualsiasi età che dal 1° gennaio 2022 presentino un'eruzione cutanea acuta o una o più lesioni acute della cute.
Nello specifico, oltre all'insorgenza di mal di testa, febbre acuta (>38,5°C), linfoadenopatie, mialgie, mal di schiena e astenie, si segnalano anche cause comuni di eruzione cutanea acuta o lesioni che non spiegano completamente il quadro clinico, ovvero: varicella zoster, herpes zoster, morbillo, herpes simplex, infezioni batteriche della pelle, infezione diffusa da gonococco, sifilide primaria o secondaria, cancrena, linfogranuloma venereo, granuloma inguinale, mollusco contagioso, reazione allergica (per esempio, alle piante); e qualsiasi altra causa comune localmente rilevante di eruzione papulare o vescicolare.

Per chiarezza, l'herpes zoester oftalmico (oculare) può manifestarsi come formicolio della fronte. Durante la malattia acuta, oltre a rash sulla fronte doloroso, sintomi e segni possono includere grave dolore oculare; marcato edema palpebrale; congiuntivale, episclerale, e iperemia congiuntivale pericheratica; edema corneale; e fotofobia (Fonte: Manuale MSD).
La cheratite e/o l' uveite possono essere gravi e seguite da una cicatrizzazione. Complicanze tardive come glaucoma, cataratta, uveite cronica o ricorrente, cicatrici corneali, neovascolarizzazione corneale e ipoestesia sono frequenti e possono minacciare la visione. Successivamente è possibile lo sviluppo di una nevralgia posterpetica. I pazienti possono sviluppare episclerite (senza aumento del rischio di perdita della vista) e/o retinite (con rischio di grave perdita della vista).(Fonte: Manuale MSD).

Di uveite ne abbiamo parlato sopra nei casi segnalati dalla review scientifica, così come della retinopatia acuta oculare indicata nel Report AIFA correlata al vaccino Astrazeneca nel 2021, per quanto casi segnalati ma non confermati.

A questo punto non resta che sollecitare il Ministero della Salute che avvii nel breve periodo commissioni scientifiche che analizzino il problema, troppe correlazioni e troppe coincidenze tra un periodo pandemico e l'ipotesi di uno nuovo, che tanto nuovo pare non essere.

Ci preme sottolineare che, come ADRREPORTS riporta (la banca dati europea delle segnalazioni avverse), a livello europeo i casi segnalati che riguardano disturbi agli occhi sono, solo negli ultimi 12 mesi (dati aggiornati al 20/08/2022):

  • ASTRAZENECA: 22,420 su un totale di 517,710
  • MODERNA: 10,710 su un totale di 328,720
  • PFIZER: 36,115 su un totale di 1,088,652
  • JANSSEN: 2,262 su un totale di 67,623
  • NOVAVAX: 65 su un totale di 1,225 (questo dato chiaramente si riferisce ad un periodo più breve essendo l'ultimo vaccino introdotto sul mercato)

Sono certamente dati preoccupanti che non possono essere sottovalutati.

22h20 pfizer22h20 novavax22h20 moderna22h20 janssen22h20 astrazeneca

 

Fonti:

Leggi anche

Altre notizie

{Informazione Libera Press} è puro volontariato giornalistico, nulla è chiesto dagli autori degli articoli pubblicati.
Il progetto editoriale è sostenuto nell’aspetto tecnico e sistemistico, amministrativo, economico e legale da S-D CONSULTING.

Approfondisci la storia del portale, clicca qui.

Rubriche principali

Riferimenti e recapiti

  •  Via Cefalonia 55,
    25124 - Brescia
  •  P. IVA: 03608570176

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...

Cerca...

Data

Vuoi contribuire?

 Desideri contribuire ad espandere il progetto?

Il tuo interesse potrebbe essere quello di chiedere alla redazione informazioni o fonti non indicate su qualche articolo?

Oppure ti interessa proporre un tuo articolo da pubblicare?

Se hai segnalazioni da fare non esitare a contattare la nostra redazione, ti risponderemo il più presto possibile.