Vuoi contribuire?

 Desideri contribuire ad espandere il progetto?

Il tuo interesse potrebbe essere quello di chiedere alla redazione informazioni o fonti non indicate su qualche articolo?

Oppure ti interessa proporre un tuo articolo da pubblicare? Se hai segnalazioni da fare non esitare a contattare la nostra redazione, ti risponderemo il più presto possibile.

Scrivi alla redazione

Martedì, 19 Novembre
#Morbillo: oltre 4mila morti nonostante aumento di copertura vaccinale e campagne straordinarie

Durante il mese di ottobre molti sono stati gli organi di informazione che hanno ripreso la notizia: la Repubblica Democratica del Congo vive la più grande epidemia di morbillo al mondo.

A darne notizia l'UNICEF che, attraverso le pagine dell'ANSA denuncia la tragica notizia, omettendo però alcune informazioni importanti.
Quello che non viene detto è che il Congo, fino al 2018, mostrava il tipico andamento ciclico della malattia, fino a quando non venne decisa, a marzo 2019, la vaccinazione di 2,2 milioni di bambini dai 9 mesi ai 14 anni.
E nei sei mesi successivi, invece che diminuire, i contagiati da morbillo vengono triplicati, con la conseguenza di oltre 4.000 decessi, il 90% bambini. Qualcosa non torna.

#Vaccini: XVI Giornata per ricordare le persone decedute o rese disabili

Oggi, 6 novembre 2019, in una giornata di grigio maltempo che imperversa un pò in tutta Italia, ricorre la XVI Giornata per ricordare le persone decedute o rese disabili dai vaccini.

Autore dell'evento il CO.N.DA.V., il Coordinamento Nazionale danneggiati da Vaccino, una organizzazione di volontariato che dedica l'evento in memoria di Lorenzo Taruschio, un bambino che ha perso la vita a soli 5 anni, e di tutti i danneggiati deceduti.
L'evento presso la Sala Capitolare del Chiostro del Convento di Santa Maria Sopra la Minerva di Roma, dove i volontari hanno programmato una cerimonia oltre ad un importante convegno dal tema "Vaccinazioni: fra paura e diffidenza".

#VACCINI: Una piattaforma privata vale più dell'interesse di 110.000 cittadini italiani

Sono considerazioni che hanno fatto il giro del web nei minuti appena successivi la pubblicazione dei risultati della piattaforma Rousseau.
63.150 su 79.634 utenti votano su un sistema di proprietà privata, di cui non sono chiari funzionamento e protocolli informatici, e sono coloro che decidono e avvallano il nuovo Governo "Conte bis".

Il confronto è immediato: 110.000 cittadini italiani, durante l'estate 2018, utilizzando gli strumenti avvallati dal Ministero per i rapporti con il Parlamento e la Democrazia Diretta, si recano presso gli uffici dei propri Comuni di appartenenza per depositare e protocollare la firma su una Proposta di Legge di Iniziativa Popolare per tentare di risolvere il nodo vaccini, e sono ancora in attesa dopo oltre un anno.

Una domanda sorge spontanea: quando i temi sono scomodi i tempi si allungano, mentre si abbreviano se sono poltrone quelle da spartire (o da mantenere)?
E' certamente un quesito che sarà da porre anche al neo Ministro alla Salute Roberto Speranza, in quanto migliaia di bambini sono esclusi dalle scuole per una Legge 119 piena di falle.

E' caduto il Governo!
Se si sia fatto male o no a noi poco importa. Quello che a noi interessa è la salute e quindi ci va di "sprecare" qualche parola sulla salute imposta da questo ex governo della speranza.
Molti genitori hanno gioito quando a capo del Ministero si è insediato un medico, i governi passati ci avevano abituato ad ogni sorta di personaggio (ci mancava solo un primate) anche privo di qualsiasi competenza.

Si è tirato un sospiro di sollievo sperando che fosse la volta buona e diciamo che così è stata.

Australia: fotolai di morbillo tra vaccinati

I ricercatori australiani si interrogano sulle ragioni dei focolai di morbillo che hanno colpito la popolazione altamente vaccinata anche con due dosi di vaccino MPR.

Si apprende la recente notizia da una emittente australiana che riporta il caso, destando indubbiamente un certo scalpore.

Eppure, in Italia siamo già in possesso degli strumenti per rispondere al quesito e sciogliere il nodo della questione.
Infatti, grazie al recente ed esaustivo contributo dei Prof. Bellavite dell’Università di Verona, è possibile comprendere in che modo la circolazione del virus selvaggio (morbillo, varicella, ecc.) risulti indispensabile, fungendo da richiamo naturale (booster), sia per i vaccinati sia per gli immunizzati da malattia.

Stato avanzamento lavori

{Informazione Libera Press} prende il via il 31 agosto 2018 nella sua versione beta!
Leggi la sua storia mentre i lavori proseguono...

Funzionalità
68%
Archivio
44%
Risorse
52%
Easy of Use
75%
0
Shares

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...

0
Shares