Vuoi contribuire?

 Desideri contribuire ad espandere il progetto?

Il tuo interesse potrebbe essere quello di chiedere alla redazione informazioni o fonti non indicate su qualche articolo?

Oppure ti interessa proporre un tuo articolo da pubblicare? Se hai segnalazioni da fare non esitare a contattare la nostra redazione, ti risponderemo il più presto possibile.

Scrivi alla redazione

Martedì, 19 Novembre
#Vaccini: tra dubbi e certezze. La Conferenza "PRIMUM NON NOCERE" fa tappa a Alessandria

Lo scopo è portare informazione scientifica e sociale laddove le istituzioni sono latitanti.
Una campagna informativa attraversa l'Italia e arriva alla sua terza tappa in Piemonte.

Un sabato pomeriggio, un teatro colmo di gente proveniente anche da regioni limitrofe, una conferenza durata oltre cinque ore con importanti tematiche illustrate da esperti e critici.

Rapporti con la politica dai risultati deludenti, esiti di inchieste nate per indagare sui danni da vaccino ai militari e le correlazioni alle patologie insorte nei bambini e ragazzi con la profilassi vaccinale prevista durante il servizio di leva.

Le analisi sui vaccini, portate avanti dall'Associazione veneta Corvelva, che stanno ricevendo attenzione in tutto il mondo.

#Vaccini: lotta alla discriminazione che da Ivrea lancia la staffetta nazionale

La storia della scuola dell'infanzia Villa Girelli di Ivrea, gestita dalla cooperativa Alce Rosso, è ormai di dominio pubblico.
Le cronache riportano di una madre che con fermezza sta portando avanti la sua lotta contro la discriminazione attuata dalla dirigenza scolastica verso i suoi ed altri bambini iscritti presso l'istituto.

Una forma di protesta non violenta, portata avanti da giorni, che oggi ha visto anche la proposta di una staffetta a livello nazionale.
Un modo per incentivare l'informazione e la trasparenza verso queste vicende che non trovano spazio su una stampa che è più concentrata a dare voce ad altro, ma non alla protezione e al benessere dei bambini.

La scuola si appella a quelle che ritiene politiche socio-sanitarie di pertinenza della legge 119/17 (detta Lorenzin).

In un video mamma Chiara, insegnante e madre di 3 figli vaccinati ai quali manca solo l'MPR, spiega nel dettaglio lo svolgimento dei fatti e le sue impressioni.

Ergo, Regione Lombardia non dispone di una anagrafe vaccinale centralizzata.
Era il titolo del primo articolo che a ottobre 2018 denunciava la mancanza di un sistema informatizzato e centrale in Regione Lombardia.

Il D.L. 73 del 2017, convertito poi nella Legge 119 sull'obbligo vaccinale, prevedeva, più per imposizioni di politica sanitaria che per reale emergenza, l'istituzione di una anagrafe vaccinale in tutte le regioni, ma questa parte di legge in molte di queste non aveva mai avuto seguito.

La stessa Lombardia aveva dichiarato, come altre regioni, di esserne in possesso ancora nella primavera 2018.
Solo l'interpellanza di un gruppo di genitori evidenziò non solo la non completa creazione della piattaforma, ma addirittura che fino a settembre 2018 il riversamento dei record vaccinali non era mai avvenuto.

Come è la situazione oggi? Dalle testimonianze arrivate alla redazione come quella di oggi, siamo ancora lontani da quello che doveva essere lo strumento efficiente che era stato professato dal Ministero.

#Vaccini, prevenzione, disabilità. I cittadini rispondono con CReLDiS

Cittadini attivi. Attenti a ciò che succede. Consapevoli del proprio ruolo nella società e motivati a offrire un contributo collettivo, ciascuno secondo le proprie capacità professionali.

Sono insegnanti, avvocati, informatici, medici, liberi professionisti e pensionati, donne e uomini di ogni età.
Insieme formano il Coordinamento di cittadini CReLDis (Coordinamento Regionale Lombardia Diritti e Salute). Presente in Lombardia, è rappresentata ogni provincia della regione.

Anagrafe regionale in Lombardia...pronti, partenza...via!

All’orizzonte una nuova scadenza per le famiglie e per il personale amministrativo delle scuole italiane.

Se nel belpaese non possiamo ancora vantarci di possedere una anagrafe vaccinale nazionale, per la cui creazione saranno stanziati ben 2,5 milioni di euro, possiamo sempre verificare lo stato avanzamento lavori della anagrafe vaccinale informatizzata della nostra regione di appartenenza, in un quadro di evidente disomogeneità geografica.

Stato avanzamento lavori

{Informazione Libera Press} prende il via il 31 agosto 2018 nella sua versione beta!
Leggi la sua storia mentre i lavori proseguono...

Funzionalità
68%
Archivio
44%
Risorse
52%
Easy of Use
75%
0
Shares

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...

0
Shares