Vuoi contribuire?

 Desideri contribuire ad espandere il progetto?

Il tuo interesse potrebbe essere quello di chiedere alla redazione informazioni o fonti non indicate su qualche articolo?

Oppure ti interessa proporre un tuo articolo da pubblicare? Se hai segnalazioni da fare non esitare a contattare la nostra redazione, ti risponderemo il più presto possibile.

Scrivi alla redazione

Martedì, 27 Ottobre
Cittadini, insegnanti, medici e avvocati in piazza il 25 luglio 2020 a Milano

A Scuola! Questa lo slogan che ha portato molte realtà associative a decidere di scendere in piazza sabato prossimo, 25 luglio, dalle ore 15, in Piazza Duca D'Aosta a Milano.

Appena fuori dalla stazione centrale, sotto il Palazzo Pirelli simbolo per anni della sede di Regione Lombardia, si riuniranno molte famiglie per una manifestazione incentrata sul tema della scuola e dell'invasione che la sanità ha avuto in tale contesto.

Dal palco, relatori provenienti da diverse associazioni di genitori, insegnanti, medici e avvocati, che porteranno la loro voce in una piazza che vuole dare un segnale forte al Governo, in particolare al Ministero della Salute e a quello della Istruzione.

Le condizioni per la riapertura della scuola a settembre, in tempi di Covid, sono un connubio tra incertezza e controsensi, e qualcuno chiede in tempi brevissimi di fare ordine.

Antinfluenzale panacea del post-pandemia

Approvata all’unanimità in Regione Lombardia, lo scorso 16 giugno, una mozione volta a decretare l’obbligo del vaccino antinfluenzale per anziani, insegnanti e categorie fragili 1.

Entrando nel dettaglio della mozione, leggiamo che il Consiglio regionale della Lombardia “impegna la Giunta e l’Assessore competente a istituire immediatamente una struttura di programmazione sanitaria che provveda al coordinamento dell’assistenza territoriale e dei servizi sociali dei comuni e garantisca la vaccinazione antinfluenzale obbligatoria per i cittadini over 65, le categorie fragili e gli insegnanti, così da ridurre i fattori confondenti per il COVID-19 in presenza di sintomi analoghi. provvedendo all’immediato approvvigionamento” (pag.3/3).

Chi sono i soggetti “fragili”?

Resta da comprendere cosa si intenda nello specifico con “categorie fragili”, poiché è doveroso un distinguo tra “persona fragile” e “lavoratore/trice fragile”.
Tuttavia, in entrambi i casi, il target risulta estremamente ampio, poiché  ingloba diversi soggetti.

#SARDEGNA: esami prevaccinali rimborsabili. Definiti spreco e ignoranza, ma la firma è PD?

La notizia è rimbalzata dall'isola alla terra ferma, facendo ritorno non senza polemiche: esami prevaccinali rimborsabili attraverso i soldi stanziati dalla Regione.
Una azione, come si apprende dalle parole dell'Assessore alla Sanità Nieddu, finalizzata a "un sostegno alle famiglie in ambito socio-sanitario, valutando sempre come prioritari la sicurezza e l'accessibilità delle cure".

200 mila euro provenienti dal Fondo Regionale per il sistema integrato dei servizi alla persona, di cui Nieddu si prende inizialmente i meriti.
Fino all'indomani, quando arrivano pesanti critiche soprattutto da ambienti gestiti da sanità privata del capoluogo lombardo, che definiscono la specifica assistenza sanitaria come uno "spreco" e quella di Nieddu "ignoranza".

Inizia così uno scambio di accuse tra l'assessore dell'attuale giunta Solinas e l'ex Governatore Francesco Pigliaru per lo scarico di responsabilità.
Ma se la mozione portasse la firma del PD, le polemiche resterebbero oppure tutto dipende da "chi fa cosa", su cui si misura il prezzo del successo?

Anche perchè non tutto vi è stato raccontato.

#Vaccini: tra dubbi e certezze. La Conferenza "PRIMUM NON NOCERE" fa tappa a Alessandria

Lo scopo è portare informazione scientifica e sociale laddove le istituzioni sono latitanti.
Una campagna informativa attraversa l'Italia e arriva alla sua terza tappa in Piemonte.

Un sabato pomeriggio, un teatro colmo di gente proveniente anche da regioni limitrofe, una conferenza durata oltre cinque ore con importanti tematiche illustrate da esperti e critici.

Rapporti con la politica dai risultati deludenti, esiti di inchieste nate per indagare sui danni da vaccino ai militari e le correlazioni alle patologie insorte nei bambini e ragazzi con la profilassi vaccinale prevista durante il servizio di leva.

Le analisi sui vaccini, portate avanti dall'Associazione veneta Corvelva, che stanno ricevendo attenzione in tutto il mondo.

#Vaccini: lotta alla discriminazione che da Ivrea lancia la staffetta nazionale

La storia della scuola dell'infanzia Villa Girelli di Ivrea, gestita dalla cooperativa Alce Rosso, è ormai di dominio pubblico.
Le cronache riportano di una madre che con fermezza sta portando avanti la sua lotta contro la discriminazione attuata dalla dirigenza scolastica verso i suoi ed altri bambini iscritti presso l'istituto.

Una forma di protesta non violenta, portata avanti da giorni, che oggi ha visto anche la proposta di una staffetta a livello nazionale.
Un modo per incentivare l'informazione e la trasparenza verso queste vicende che non trovano spazio su una stampa che è più concentrata a dare voce ad altro, ma non alla protezione e al benessere dei bambini.

La scuola si appella a quelle che ritiene politiche socio-sanitarie di pertinenza della legge 119/17 (detta Lorenzin).

In un video mamma Chiara, insegnante e madre di 3 figli vaccinati ai quali manca solo l'MPR, spiega nel dettaglio lo svolgimento dei fatti e le sue impressioni.

Stato avanzamento lavori

{Informazione Libera Press} prende il via il 31 agosto 2018 nella sua versione beta!
Leggi la sua storia mentre i lavori proseguono...

Funzionalità
82%
Archivio
56%
Risorse
74%
Easy of Use
85%
0
Shares

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...

0
Shares