Vuoi contribuire?

 Desideri contribuire ad espandere il progetto?

Il tuo interesse potrebbe essere quello di chiedere alla redazione informazioni o fonti non indicate su qualche articolo?

Oppure ti interessa proporre un tuo articolo da pubblicare? Se hai segnalazioni da fare non esitare a contattare la nostra redazione, ti risponderemo il più presto possibile.

Scrivi alla redazione

Venerdì, 22 Marzo
Ma in Italia si applica la Legge o gli articoli di giornale?

E' la domanda che si sono posti in tanti genitori, in tutta Italia, dopo che da lunedì si sono visti recapitare o consegnare un documento di sospensione all'accesso a scuola.
Perchè dal 10 marzo è stata una vera e propria escalation, articoli di giornale, on line, mainstream, tutti a dire a gran voce una cosa sola: da lunedì 11 marzo tutti i bambini non in regola con le vaccinazioni devono essere allontanati da scuola. Peccato che la legge, non applicabile a tutti, non dice questo.

“Obbligo flessibile” e tutela dei bambini “non vaccinabili”

Il Disegno di Legge 770/2017 “Prevenzione Vaccinale”, a firma Lega e M5S, attualmente in discussione in Senato, si propone, nelle intenzioni del Governo, di “superare” l’obbligo vaccinale imposto col decreto Legge 73/2017, convertito con modificazioni nella legge 119/2017. Ma è davvero così?

Vaccini contaminati: è boom mediatico, e ci sono indagini penali in corso

Nonostante la notizia sia solamente di ieri, ha già sollevato un polverone mediatico, dal mainstream televisivo fino a quotidiani cartacei e on line, senza sottrarre spazio ai social network che hanno fatto da padroni per le polemiche circa la veridicità di queste analisi sui vaccini.

Vaccini: notizia choc! Due lotti contaminati. Manca la rosolia.

La notizia è apparsa oggi, domenica 23 dicembre 2018, sull'edizione cartacea del quotidiano IL TEMPO,  per essere poi pubblicata sul relativo sito Internet a firma del giornalista Franco Bechis.
Ripresa nell'edizione del mattino del TGCOM su Canale 5 e anche da SkyTg24, il quotidiano titola "Analisi choc su due lotti di vaccini" per poi proseguire nella pagina interna con "State attenti a quei vaccini, c'è tutto ma non quel che serve", con una interessante intervista al Presidente dell'Ordine dei Biologi, Vincenzo D'Anna.

Protocolli sanitari per le scuole: proteggono i più deboli? Mere contraddizioni

I protocolli sanitari dalle regioni alle scuole, nell'ambito delle malattie infettive, passano attraverso le ASL. Da quando è stato abolito il certificato medico del pediatra o del medico di base, per la riammissione in classe, gli insegnanti sono stati indirizzati sul comportamento da tenere nel caso di sospette patologie.
Le brochure informative si preoccupano di fornire le indicazioni: in base ai sintomi e alla fascia di età, capire quando un soggetto va allontanato dal resto della classe.
Ma una domanda sorge spontanea: dove troviamo, in tutto questo, le indicazioni per proteggere soggetti immunodepressi? Eppure parliamo sempre di prevenzione, la stessa evidenziata da campagne vaccinali di questo periodo, riferite a esantematiche come morbillo e varicella.

Stato avanzamento lavori

{Informazione Libera Press} prende il via il 31 agosto 2018 nella sua versione beta!
Leggi la sua storia mentre i lavori proseguono...

Funzionalità
68%
Archivio
44%
Risorse
52%
Easy of Use
75%
0
Shares

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...

0
Shares