Vuoi contribuire?

 Desideri contribuire ad espandere il progetto?

Il tuo interesse potrebbe essere quello di chiedere alla redazione informazioni o fonti non indicate su qualche articolo?

Oppure ti interessa proporre un tuo articolo da pubblicare? Se hai segnalazioni da fare non esitare a contattare la nostra redazione, ti risponderemo il più presto possibile.

Scrivi alla redazione

Lunedì, 06 Aprile
Quanto è lungo il guinzaglio dell'informazione?

Ebbene si, anche la redazione di Informazione Libera Press sarà presente al convegno che si terrà a Alzano Lombardo, nella bergamasca, il prossimo sabato 22 febbraio, dal titolo "Meningite: conoscenza contro paura".
A ricordarlo nell'edizione di ieri è Il Giorno, con un articolo sull'edizione cartacea pieno zeppo di faziosità e falsità, a partire dal titolo con l'uso evidente di termini mirati a creare divisione e fazioni.

Non abbiamo di certo la volontà di insegnare il mestiere a nessuno, ma se l'autore dell'articolo si fosse anche solo limitato a contattare gli organizzatori, facendo due indagini, non avrebbe confermato il tipico atteggiamento pieno di preconcetti di una parte corposa della stampa, che pare più interessata a proteggere interessi economici piuttosto che la salute dei propri lettori.

Non da ultimo viene il riferimento alla nostra testata, per il giornalista de Il Giorno pare sia bastato andare a leggere chi è l'editore per attribuire a noi evidenti limiti nell'esporre fatti, notizie o altro riguardanti il mondo della sanità e in particolare della prevenzione vaccinale.
Ma ci chiediamo, in realtà, se si sia mai accorto di chi indossa il guinzaglio.

Già a partire dal titolo, due sono le informazioni errate che la redazione de Il Giorno passa ai propri lettori, e di cui con molta probabilità verrà chiesta dagli organizzatori una rettifica.

Quando l'informazione sulla prevenzione sanitaria è finalizzata al costruttivo dibattito, ma tra i relatori non compaiono i soliti nomi della sanità privata del capoluogo lombardo, ecco che non tarda mai a spuntare l'epiteto di novax, con il chiaro intento di denigrare il "prodotto" informativo.
Ma di novax qui non c'è proprio nulla, al contrario la volontà di aiutare quella parte della popolazione interessata al dibattito e a conoscere quale sia la prevenzione primaria, dato che di eventi di questo genere da parte degli enti preposti non se ne trovano molti.

E' doveroso sottolineare infatti, come ci hanno confermato dal direttivo dell'Associazione Movimento Genitori Lombardia, che ha dato il via ai lavori per l'importante evento, sono stati estesi gli inviti anche a molte altre figure.
Tra queste, oltre a responsabili di giunta, gli stessi sindaci di comuni limitrofi, anche professionisti provenienti dal campo dell'immunologia e infettivologia, proprio con l'intento di toccare con mano l'informazione e poter confermare o smentire quanto verrà illustrato.

Ma per dare maggiore peso alle proprie argomentazioni, l'autore dell'articolo de Il Giorno punta al nome di uno stimato medico, sul quale sono ruotate in passato informazioni errate circa il suo status di medico.
Anche perchè al cospetto del Dr. Dario Miedico, citato nell'articolo e tra i relatori della conferenza, non è mai pervenuta alcun atto definitivo di radiazione, come lo stesso ha più volte sottolineato durante i suoi interventi in altri dibattiti.

Oltre al Dr. Miedico, specialista in igiene ed epidemiologia nonchè medico legale, saranno presenti in qualità di relatori:

  • la Dott.sa Anna Rita Iannetti, Medico chirurgo, master PNEI e Medicina Biointegrata, nonchè Medico di prevenzione
  • il Dr. Stefano Manera, Medico chirurgo, specializzato in anestesia, rianimazione e medicina sistemica, omeopata
  • il Dr. Girolamo Giannotta, pediatra specializzato, autore di numerose pubblicazioni scientifiche
  • il Dr. Fabio Franchi, specializzato in igiene, medicina preventiva e malattie infettive

oltre la nostra redazione, che farà un breve intervento sulla psicosi di massa generata dai media.

Come si evince dalla stessa pagina social degli organizzatori, il convegno di sabato prossimo sarà incentrato sul tema della meningite, protagonista nel mese di dicembre di una psicosi di massa soprattutto sul territorio del bergamasco e del bresciano.

Ma anche la cronaca sanitaria attuale sarà argomento principe del dibattito, con un importante apporto di informazioni riguardanti il coronavirus, visto il comportamento della massa deviato da un saliscendi di informazioni tale da far venire la nausea anche al più forte di stomaco.

Per dibattere sul tema sono stati invitati medici e professionisti che in qualche modo potranno spiegare argomenti come la catena del contagio, le origini dei casi, la profilassi necessaria, le statistiche e quindi quali sono i dati della reale epidemia in essere.

Non per ultimo farà il suo ingresso anche l'informazione: l'Organizzazione Mondiale della Sanità mette in guarda dall'infodemia, termine coniato dalla stessa a febbraio 2020 per descrivere il fenomeno dilagante delle fake news e di un sovradosaggio di informazione che spesso distorce la realtà.
Ma se chi denuncia ne è anche il responsabile?
Una analisi retrospettiva di quanto sta succedendo dal 2017 ad oggi sarà messa in campo, dopo essere passati in mezzo a epidemie fasulle a partire dal morbillo fino ad arrivare a quella cinese.

 

Alleghiamo la locandina dell'evento e la scaletta degli interventi:

locandina 2020b22 meningite contro paura

Stato avanzamento lavori

{Informazione Libera Press} prende il via il 31 agosto 2018 nella sua versione beta!
Leggi la sua storia mentre i lavori proseguono...

Funzionalità
82%
Archivio
56%
Risorse
74%
Easy of Use
85%
0
Shares

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...

0
Shares